Capo 7° - Contabilità

Art. 40

I proventi delle iniziative sociali, di cui aII’art. 3, lettera d), e) ed f) dello Statuto, possono essere solo quelli compatibili con il carattere di Associazione di Promozione Sociale che è proprio dell’Istituto.
La quota sociale annua è unica per tutta l’Italia per ciascuna categoria di soci. Il Consiglio Direttivo può eccezionalmente consentire deroghe motivate, stabilendo quote agevolate per promuovere l'associazione (ad esempio, per favorire nuove associazioni a livello nazionale e/o di alcuni Centri, per agevolare giovani e/o studenti, ecc.)

Art. 41

È facoltà dei soci di autotassarsi per sopperire alle necessità del Centro di appartenenza. I proventi dell’autotassazione sono di esclusiva spettanza del Centro.
L’attività divulgativa dei Centri è gratuita. È ammesso che alcune attività richiedano un contributo finanziario dei partecipanti per sostenere la gestione economica del Centro. Tale contributo, regolarmente documentato, sarà di spettanza del Centro, fino al limite di copertura del bilancio preventivo debitamente approvato, dedotta una percentuale decisa dal Consiglio Direttivo.