ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli APS

Dicembre

Ad una ad una le candele
bruciano: la “pienezza del
tempo”, simboleggiata nel
cerchio chiuso e perfetto della
corona, si compie.
Ed è Natale.

Con un ultimo saluto ad Anna Maria Finotti, che ci ha lasciati il 23 novembre, iniziamo le attività del mese che ci conduce al Natale con le parole dal suo libro “La grotta interiore” che aggiungono “quattro tappe da superare anche nel nostro  percorso interiore, detto di autorealizzazione, che scandiscono lo sviluppo psicologico: integrazione del livello fisico, di quello affettivo, di quello mentale per arrivare all’integrazione nella personalità del livello spirituale, che rappresenta la nascita ad una nuova consapevolezza, quella di essere, oltre che un corpo animato, anche un’anima incarnata, un Sé”.
A maggior ragione quest’anno, in cui si parla di un Natale “contenuto”, possiamo dar maggior
contenuto ai nostri classici rituali di approssimazione al Natale, con l’occasione di
riflettere e andare alle radici dei gesti dettati dalla tradizione e dare profondità agli eventi che
viviamo.

Non potendoci fare gli auguri di persona i collaboratori  del Centro si stringono intorno ai soci con un abbraccio simbolico e con l'invito a partecipare nel giorno di Santa Lucia  al laboratorio di autobiografia sul tema del "dono" (maggiori informazioni sul calendario).

Per quanto riguarda le attività del Centro, una defezione per Covid e l’impossibilità di svolgere
incontri in presenza portano qualche cambio di programma.