ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli

Corso d'inizio (3 di 5)

BASE1 SUBPERSONALITA' - Dott. Vincenzo Liguori - Giovedì dalle 19.00/ 21:00

corsi di base
Per tutti

Vincenzo Liguori

incontri a frequenza settimanale

Giovedì, ore 19 - 21

Sede del Centro
Via B. Eustachi 45
Milano

Giovedì 14 Marzo 2019

Il centro di Psicosintesi offre percorsi di formazione di crescita personale e autorealizzazione, per ritrovare e amare se stessi e sviluppare le proprie capacità di vivere bene con se e con gli altri.

Si parte dal Corso d'Inizio e si procede con il Percorso di approfondimento e il CDA.

In particolare, il Corso di inizio si articola in cinque incontri per sperimentare la Psicosintesi e per imparare il percorso psicosintetico in maniera sintetica (per ora) e molto pratica. Ci farà da guida il “mantra” della Psicosintesi: “conosci te stesso, possiedi te stesso, trasforma te stesso”, e, allo stesso tempo, capiremo come i temi saranno svolti nei successivi “corsi di base”.

I primi due incontri sono dedicati appunto alla conoscenza di noi stessi, attraverso la scoperta dei diversi aspetti del sé (l’io molteplice) e il contatto con le forze inconsce presenti in noi, forze che possono lavorare contro di noi oppure essere guidate a divenire potenti alleate, fino ad aiutarci a riconoscere la nostra identità (l’unicità del nostro essere) e attivare la volontà psicosintetica (3° incontro). La nostra natura più profonda (il Sé) si dispiega nella vita in un progetto di “essere con” gli altri e con il mondo (il Sé e il transpersonale, 4° incontro) da cui può germinare la nostra stessa trasformazione (5° incontro).

Nell'inizio è contenuto in sintesi tutto il percorso. In seguito, a ognuno di questi cinque temi, in questa stessa sequenza, verranno dedicati altrettanti corsi (i corsi di base) ognuno di sette incontri, al fine di approfondire, in pratica sempre più che in teoria, come applicare le tecniche della psicosintesi per vivere meglio la nostra vita quotidiana e portare nel mondo lo spirito che è in noi.

Se non sono me stesso, chi lo sarà per me?
E se non ora, quando?
Se non sarò io per me, chi lo sarà?
E se sarò solo per me, che ne sarà di me?

Perché, se non ci esprimiamo nel mondo, ciò che abbiamo in noi morirà con noi e il mondo non conoscerà mai il nostro contributo.

Per iscriversi:

>>> <<<