ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli

Fondo storico

È in corso la catalogazione del patrimonio librario dell’Istituto, con la distinzione dei volumi fino al 1974 (anno della morte di Assagioli) da quelli successivi, per individuare in maniera chiara il Fondo Storico chiuso della biblioteca, che comprende i libri non solo di Roberto Assagioli, ma anche del figlio Ilario, della moglie Nella e di Ida Palombi.

La Catalogazione del Fondo Storico è ormai quasi completa: sono stati catalogati ad oggi i libri in italiano, in francese e in inglese.

La catalogazione descrittiva è integrata con l’indicizzazione semantica, in modo che si possa interrogare il database da più punti di accesso e si possa cercare non solo per autore e/o titolo, ma anche per contenuti e parole chiave.

Il lavoro di indicizzazione semantica consente di entrare in contatto con il terreno di cultura in cui si è sviluppato il pensiero di Assagioli e predispone chiavi di accesso per tutti coloro che vorranno svolgere ricerche nella biblioteca di Assagioli.

Per il lavoro di catalogazione vengono utilizzate:
CDD: la classificazione decimale Dewey, classificazione internazionale comune a tutte le biblioteche, che divide le discipline dello scibile in dieci classi, ciascuna suddivisa poi in dieci e ancora in dieci, usata per definire la collocazione a scaffale.
TEE: il Thesaurus Europeo dell’Educazione, raccolta di descrittori e parole chiave che consente una indicizzazione e una ricerca molto dettagliata e mirata.

Il Catalogo è strutturato come OPAC e in esso sono elencati i libri del Fondo Storico della Biblioteca di Casa Assagioli, inoltre la piattaforma è predisposta per ospitare in futuro sia i testi della Nuova Biblioteca - Centro di Documentazione, sia le Biblioteche dei singoli Centri periferici e la neonata Biblioteca di Meditazione.

Il catalogo può già essere interrogato online.

Interroga il Catalogo


Come interrogare il Catalogo?

1.      È possibile scegliere se interrogare tutte o una singola biblioteca
2.      È possibile scegliere tra Ricerca libera e Ricerca Guidata

Ricerca Libera: sempre consigliabile e preferibile.
Per fare una RICERCA LIBERA è meglio procedere inserendo nel box di interrogazione MENO DATI POSSIBILI. Meno dati si inseriscono più, paradossalmente, aumentano le possibilità di trovare quello che si cerca, soprattutto se si ha poca dimestichezza con l’uso dei cataloghi.
Per cui: prima di tutto il TITOLO, meglio senza articolo. Se il titolo è troppo poco individualizzante BASTA il cognome dell’autore. Utilizzare il tasto Cerca per andare subito alla Lista dei risultati.

  1. Cliccando su ciascun risultato ottenuto si apre una scheda Completa del documento scelto (attenzione la scheda si apre in una pagina diversa che di solito è posta dietro quella che elenca i risultati)
  2. Se si desidera una scheda che riporti anche la collocazione, prima di cliccare sul titolo desiderato, si deve scegliere in alto Formato Catalogo (invece di Completo). Si aprirà una scheda Catalografica paragonabile alle tradizionali schede cartacee.

Ricerca Guidata: scegliere il campo da interrogare, per esempio Autori.

  1. Scrivere le prime lettere del cognome desiderato e cliccare su "Parti da"e se necessario su "Avanti",
  2. Cliccare sul cognome scelto che andrà nel campo Autori e poi cliccare su "Cerca"
  3. Poi procedere come per la Ricerca Libera.