ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli

Libertà in prigione

Roberto Assagioli

a cura di Catherine Ann Lombard

Ed. Istituto di Psicosintesi 2018

Roberto Assagioli aveva intenzione di pubblicare il suo "diario di carcere" come racconto autobiografico del tempo trascorso nella prigione Regina Coeli, sotto il regime fascista nel 1940. Custodito attualmente nell’Archivio Assagioli a Firenze a cura del Gruppo alle Fonti, il manoscritto originale non fu mai completato. Tuttavia, “Libertà in Prigione" è un suggestivo esame dell’esperienza di Assagioli nei suoi molteplici aspetti, dalla cruda realtà degli eventi quotidiani vissuti in carcere alla richezza del suo mondo interiore.
Nella sua testimonianza, Assagioli offre un esempio personale di come affrontare le difficoltà degli eventi quotidiani come un'opportunità per sviluppare la propria psicosintesi personale e spirituale.
“Libertà in Prigione” consente anche, e per la prima volta, di gettare uno sguardo alle prove intime vissute da Assagioli stesso e alle sue intuizioni profonde; è palese nell’opera come egli stesso metta in atto i concetti e le tecniche della Psicosintesi per attuare la sua trasformazione personale autorealizzativa.
Questo libro è una testimonianza inestimabile per tutti coloro che vogliano conoscere il percorso di Roberto Assagioli verso “la libertà interiore, quella libertà pura... che si raggiunge innalzandosi al di sopra delle catene, il senso di espansione...".