ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli - Associazione di Promozione Sociale

Capo 5° - Consiglio Direttivo e Giunta di Presidenza

Art. 33

La convocazione del Consiglio Direttivo viene fatta per iscritto anche a mezzo di posta elettronica almeno quindici giorni prima della data fissata e contenente l’indicazione del giorno, dell’ora e del luogo della riunione e l’elenco degli argomenti all’ordine del giorno. In caso di particolari ed urgenti deliberazioni, lo stesso può essere convocato per le vie brevi, e con un preavviso di cinque giorni, ferma restando la disponibilità dei due terzi dei direttori.

Art. 34

Il Consiglio Direttivo nomina ogni tre anni con voto orale la Giunta di Presidenza eleggendola tra i suoi componenti, con esclusione di auto-votazione. In caso di parità si ricorrerà ad una nuova votazione di ballottaggio.
In caso di decadenza, dimissioni, decesso o esclusione di un componente della Giunta di Presidenza, il Consiglio Direttivo provvederà alla sua sostituzione nella prima riunione utile.

Art. 35

La Giunta di Presidenza viene convocata dal presidente almeno tre volte l'anno per iscritto, anche a mezzo posta elettronica. La convocazione deve contenere l'indicazione del giorno, dell'ora e del luogo della riunione e l'elenco degli argomenti all'ordine del giorno.
La Giunta di Presidenza adotta tutte le decisioni relative all’ordinaria amministrazione ed esegue le decisioni del Consiglio Direttivo.
In caso d’urgenza adotta le decisioni necessarie ad evitare danno all’Istituto e ne riferisce immediatamente al Consiglio Direttivo.

Art. 36

Per la chiusura di un Centro, per l’esclusione per gravi motivi di un membro del Consiglio Direttivo o per l’esclusione per gravi motivi dalla qualità di socio di un membro del Consiglio Direttivo, è richiesta la maggioranza dei 4/5 del consiglio stesso.
Il provvedimento motivato dovrà essere comunicato all’interessato mediante lettera raccomandata.

Art. 37

I verbali delle riunioni del Consiglio Direttivo sono inviati in copia a tutti i componenti del Consiglio stesso e ai centri, entro quindici giorni dalla data delle riunioni stesse.
I verbali delle riunioni della Giunta di Presidenza sono inviati in copia a tutti i componenti del Consiglio Direttivo entro dieci giorni dalla data delle riunioni stesse.

Art. 38

Il Segretario, seguendo le decisioni del Consiglio Direttivo e della Giunta di Presidenza, ha il compito di dare esecuzione a tutti gli atti amministrativi dell’Istituto, di custodire e gestire l’archivio, di provvedere alla stesura e alla controfirma dei verbali delle riunioni e degli atti ufficiali, e alla corrispondenza, di curare la gestione della segreteria della sede, nonché i rapporti con le segreterie dei Centri. Il Tesoriere provvede a custodire i beni patrimoniali dell’Istituto, agli adempimenti fiscali e tributari, alla tenuta dello stato di cassa, registri, contabilità, inventari, ecc., a mettere i documenti contabili a disposizione del Collegio Sindacale, quando richiesto.
Nell’esecuzione di tali compiti, il Segretario e il Tesoriere, oltre che avvalersi della collaborazione di altri soci dell’Istituto, possono essere affiancati da altre persone - legate all’Istituto da regolare rapporto d’impiego o volontarie ed approvate dal Consiglio Direttivo - alle quali possono essere demandati compiti ed incarichi specifici e che, operando in stretta collaborazione con i suddetti, costituiscono l’ufficio di segreteria dell’Istituto.
In caso di assenza del Segretario dalle riunioni, i verbali vengono redatti e controfirmati da altro membro del Consiglio o della Giunta che per l’occasione funge da Segretario della riunione.