ISTITUTO DI PSICOSINTESI
fondato da Roberto Assagioli APS

Workshop - Sessione D

Sabato 23 giugno 2012
ore 15.15-16.45

D1
SVANTE BJÖRKLUND (Sverige)
Sperimenta il tuo ruolo nel mantenere e promuovere la Psicosintesi nel mondo
Si farà un’indagine con l’aiuto delle costellazioni sistemiche. I partecipanti creeranno insieme il mondo della Psicosintesi nel Triangolo di Valore, i valori universali di Amore, Conoscenza e Ordine, conosciuti anche come Bontà, Verità e Bellezza.
Ciascuno cercherà poi la relazione tra se stesso/se stessa e tutti i vari elementi della psicosintesi e i valori universali.
Esploreremo valori fissi e valori mobili ed anche le interrelazioni dei partecipanti.
Ci saranno delle dinamiche ma il metodo consiste nel rallentare il processo affinché possa essere visibile, come un film a rallentatore. La profondità della presenza è molto intensa e ci sono spesso risultati sorprendenti.
Ho una quinquennale esperienza come conduttore delle costellazioni, la maggioranza dei quali tenuti in Svezia ma anche al Congresso dell’AAP nel 2008 a Vermont, USA e a quello dell’EMCC a Dublino, Irlanda, nel 2010.
Esperienziale
Lingua: Inglese

D2
ELENA DELAINI, RAFFAELLA DI SAVOIA (Italia)
Solve COMPLETO
Nella tradizione buddista l’ignoranza è considerata uno dei tre veleni mentali all’origine della sofferenza. L’ignoranza ci mette nella condizione di percepirci come esseri separati impedendoci di realizzare che ciò che noi siamo è profondamente interconnesso e inscindibile da ciò che sono gli altri. L’essere umano è da sempre immerso in un continuo processo di riconoscere la propria appartenenza a gruppi sempre più ampi e la sfida di questo momento è l’aprirsi all’intera umanità.
Per aprirci al nuovo è necessario lasciar andare il vecchio e ciò risulta difficile perché significa incontrare un senso di perdita di ciò che è noto per renderci vulnerabili a qualcosa che ancora non conosciamo e che temiamo di non saper contenere. Questo workshop è dedicato a quei processi della psiche e a quelle metodiche che permettono un incontro con l’ignoto tramite il lasciar andare e lo sciogliere paure, attaccamenti e interessi personali che ci tengono legati a vecchie identità e subpersonalità e ci impediscono l’incontro con un nuovo modo dell’essere che include sempre più l’alterità.
Esperienziale - Teorico
Lingua: Italiana

D3
DOROTHY FIRMAN (USA)
Le lacrime che versiamo: abbracciare la gioia e il dolore
In questo workshop avremo l’occasione per esplorare le esperienze profonde di gioia e di dolore, abbracciando tutto ciò che esiste di meraviglioso e di doloroso nella nostra vita. Accettare le disparità del nostro mondo emotivo e sentirci sicuri stando insieme ai nostri sentimenti e potendoli condividere, ci permette di essere pienamente umani. In un mondo pieno di bellezza così come di tragedia le esperienze conflittuali ci possono straziare. Pur di non soffrire può accadere di diventare insensibili verso il dolore ma questo ci porta ad anestetizzarci anche nei confronti della gioia. La psicosintesi ci invita a sperimentare tutto quello che siamo, sia a livello personale sia collettivo. Questa polarità di sentimenti esiste nel nostro mondo interiore nel momento in cui lottiamo con le nostre esperienze presenti e passate di gioia e di dolore; esiste anche nel nostro mondo globale, quando, in ogni momento, sperimentiamo il dolore e la grandezza del nostro mondo e dei suoi cittadini. Ci allontaniamo troppo facilmente dalla complessità per vedere il mondo e le nostre stesse vite attraverso una sola lente o l’altra. Sappiamo tutti che c’è una tendenza malsana a creare polarità: questo o quello, buono o cattivo, loro o noi, tristezza o gioia. Ma quando ci immergiamo nell’accettazione e nell’esperienza di “e/e” diventiamo veramente completi. Questo e quello, buono e cattivo, loro e noi, gioia e dolore ci parlano di una verità più profonda.
Esperienziale
Lingua: Inglese / Italiano

D4
GRUPPO “ALLE FONTI DELLA PSICOSINTESI” (Firenze- Il Mondo)
Voci dall’Archivio Assagioli
Un incontro per condividere col gruppo “Alle fonti della psicosintesi” lo spirito che si sprigiona e anima il lavoro all’Archivio Assagioli nella Sede dell’Istituto a Firenze. L’esperienza è ricca e variegata e soprattutto resa stimolante dal contatto col materiale autografo di R.A. che emerge dalle casse ricolme che giacevano da anni nelle cantine della sua casa; sarà l’occasione per compartecipare gli intensi vissuti che inondano la coscienza di tutti coloro che operano per cercare di interpretare, catalogare, digitalizzare quei minuscoli e sbiaditi foglietti dove Assagioli annotava i suoi pensieri. Nel corso dell’incontro verrà inoltre presentato il filmato, girato da Lena Runge (Svezia) a Firenze, nel corso del meeting internazionale dell’ottobre 2011, che offrirà una testimonianza diretta dell’animo e delle modalità del lavoro del gruppo, che si sta nel tempo arricchendo di nuove presenze ed è aperto a possibili future collaborazioni.
Esperienziale
Lingua: Inglese / Italiano

D5
EVA-LOUISE HAMER (Canada)
L’impatto della gratitudine
Celebreremo il pieno significato del diagramma dell’Ovoide e della Stella di Roberto Assagioli, sperimentando l’impatto della gratitudine internamente ed esternamente nel nostro gruppo. I partecipanti saranno invitati a “Creare un Progetto Volontà”. Questo potrà essere praticato subito e per tutto il Convegno nell’interagire con gli altri al fine di sperimentare pienamente l’impatto e il potere della gratitudine.
Esperienziale
Lingua: Inglese

D6
PETER HUBBARD (New Zealand)
Il riscatto di una eredità coloniale: La Psicosintesi in Aotearoa/ Nuova Zelanda
In Aotearoa/Nuova Zelanda si sta svolgendo un esperimento politico e sociale unico e davvero straordinario. Consiste nel vedere in che modo noi, come nazione, affrontiamo direttamente l’esperienza e gli effetti della colonizzazione. Un documento fondatore, Il Trattato di Waitangi del 1840, ebbe origine dall’incontro di due culture distinte - la cultura indigena Maori e quella colonizzatrice di tipo Europeo/Britannico. Il nostro compito consiste nel vedere come rendere questo documento rilevante nel 21° secolo.
Una cosa è dichiarare semplicemente che la vita politica e sociale d’ora in avanti si svolgerà secondo i principi del trattato, includendo questa affermazione anche nelle linee guide governative nei requisiti e nella legislazione e un’altra è capire come questo si possa fare.
Una chiave interpretativa che sta emergendo riguarda il modo in cui ci accostiamo ad esaminare la nostra propria visione del mondo per poi entrare in relazione con la visione del mondo dell’altro. Questo è assolutamente fondamentale e influenza la conduzione del nostro scambio biculturale.
I metodi e il punto di vista della Psicosintesi hanno molto da offrire su questo argomento e in questo workshop offriremo una sintesi di alcuni studi e pratiche che emergono da 25 anni di insegnamento ed applicazione della Psicosintesi nell’area del Pacifico.
Esperienziale -Teorico
Lingua: Inglese / Italiano

D7 (e B10)
FREDRIK LUNDH, ROSIE MANTON (Sverige)
Sentire e gestire Parte 2ª
Sviluppare l’intelligenza emotiva e in particolare imparare a gestire la rabbia in modo responsabile, costituisce un’importante sfida nella nostra società. In questo workshop esploreremo le differenze tra le forme costruttive e distruttive della nostra espressione emotiva, e le forme sane o malate del nostro controllo emotivo. Le parti esperienziali del workshop sono basate principalmente sul lavoro attraverso il corpo col movimento. La struttura teorica verterà sulla comprensione della disidentificazione ispirata da recenti teorie di mentalizzazione.
La prima parte del workshop invita ad esplorare la nostra relazione nei confronti della rabbia e fa riferimento a un aspetto della Psicosintesi personale.
La seconda parte del workshop si focalizzerà sul mondo e sulle emozioni che vengono evocate dalla nostra attuale situazione globale. Consentire a quelle emozioni di esistere può rafforzare il nostro senso di proposito e può essere considerato un aspetto della Psicosintesi Transpersonale.
Esperienziale
Lingua: Inglese / Italiano

D8
WILL PARFITT (UK)
Il silenzio, il Sé e il servizio  COMPLETO
Il silenzio interno è la qualità del Sé descritta da Assagioli come completamente oltre tutte le dualità. Assagioli ha evidenziato la natura temporanea del raggiungimento di questo stato, e come un individuo, nel tornare alla coscienza quotidiana dopo tale esperienza, sia inevitabilmente permeato da un senso di servizio e di responsabilità collettiva.
Cercare di raggiungere uno stato di silenzio interiore allinea la Psicosintesi alle Scuole Misteriche che “iniziano” gli aspiranti ad un livello oltre il quale l’auto-iniziazione diventa una chiave e ci mette in contatto con antiche tradizioni spirituali che allo stesso tempo informano e stanno dietro la Psicosintesi.
Un’affermazione attribuita ai Misteri Greci e citata da Assagioli ripete il tema centrale in una forma più poetica: “Tacete, o corde, affinché una nuova melodia possa fluire in me”.
Esperienziale - Teorico
Lingua: Inglese / Italiano

D9
GAETANO RUSSO (Italia)
La rete del cambiamento
Oggi ci troviamo ad affrontare tutta una serie di problemi interconnessi ed interdipendenti ed ogni tentativo di soluzione isolata di uno di essi è destinato al fallimento. È necessario, quindi, cambiare radicalmente il modo di pensare e gli stessi valori sui quali è fondata la nostra vita. Oggi cominciamo a renderci conto che è possibile comprendere le proprietà delle parti soltanto attraverso lo studio e la comprensione dell’insieme che le contiene. Si tratta di una rivoluzione importante che ci permette di vedere le parti inserite in una trama inscindibile, o rete, da cui traggono senso e significato. E non soltanto ogni essere umano è in se stesso una rete, ma tutto lo schema d’organizzazione della vita sul Pianeta è una grande rete, di cui il sotto-insieme chiamato “umanità” è parte. Questo ci fa capire perché è importante lavorare su di sé: il proprio miglioramento si trasmette alla rete ed attiva un meccanismo di retroazione, migliorativo dell’intera rete.
Esperienziale
Lingua: Italiano

D10
EVA SANNER (Sverige)
La morte, un’esperienza positiva
In questo workshop esamineremo le nostre esperienze, nozioni e paure circa la morte e la nostra condizione mortale. Vedremo come stare con clienti che si trovano in situazioni collegate alla morte. Lavoreremo per approfondire la nostra comprensione di come si possa vivere con presenza, consapevoli del nostro (e dell’altrui) tempo limitato - e anche cosa aneliamo a creare, sperimentare e fare a livello personale ed interpersonale prima che scada il tempo che abbiamo a disposizione.
Eva Sanner è psicoterapeuta psicosintetista specializzata presso la PsykosyntesAkademin di Stocccolma, Svezia. E’ anche autrice conosciuta di testi di psicologia e sviluppo personale. Attualmente è membro del consiglio direttivo del PsykosyntesAkademin Foundation
Esperienziale
Lingua: Inglese / Italiano

D11
ANN SCHAFER (USA)
Onorare il Femminile sacro: un pellegrinaggio verso l’anima
Lo scopo di questo workshop è di ispirare quelle donne forti a riscoprire, recuperare e sviluppare una relazione progressiva con la propria natura femminile, sacra e divina. Attraverso la Psicosintesi ed altri importanti concetti, il lavoro porta l’attenzione consapevole nella direzione dell’interezza, per restituire equilibrio alla vita che è stata dominata da una società patriarcale. Esamineremo la transizione storica e l’equilibrio di potere dai valori, pensieri, espressioni, arte e religioni matriarcali, a quelli patriarcali. Lavoreremo per incoraggiare la ricerca di significato e di rinnovamento nella donna forte “in mezzo al cammin” della sua vita, per renderla consapevole degli ostacoli alla crescita della propria femminilità, per poterli trasformare nel vero spirito della Psicosintesi. I partecipanti potranno sperimentare esercizi che portano cambiamenti attraverso l’esplorazione profonda degli aspetti inconsci del Femminile Divino, per nuovamente poter creare e scegliere il cammino consapevole e ricongiungersi con l’Anima. Alcune sintesi scritte di workshops tenuti nei weekend dalla dott.ssa Schafer e dalla dott.ssa Lippmann evidenziano il percorso coraggioso necessario per entrare nelle profondità della propria “Ombra”, poiché è questo il modo, in ultima analisi, che smuove e attiva il processo di guarigione.
Esperienziale
Lingua: Inglese

D12
CLAUDIA SCHÖNFELDER (Italia)
Creare la pace, ogni giorno COMPLETO
"Apprendiamo a vivere in pace e quindi a dare, irradiare pace attorno a noi, ovunque andiamo. Tutti vorremmo donare pace, ma per poterlo realmente fare dobbiamo prima essere in pace, vivere nella grande pace, divenire pace."
(Roberto Assagioli)
Il workshop propone tecniche per corpo, mente e spirito che ci possono aiutare a creare pace nella nostra vita interna ed esterna.
Esperienziale
Lingua: Italiano / Inglese

D13
JAN TAAL (Nederland)
Una “Scatola di Attrezzi Immaginativi” per affrontare il cancro
Per chi ha un tumore le immagini possono essere validi strumenti per aiutare ad affrontare le emozioni, per migliorare il benessere, rinforzarsi interiormente e per stimolare la guarigione. La scatola è stata creata per dare alle persone affette da tumore o altra grave malattia alcuni semplici e accessibili mezzi di immaginazione da usare da soli e/o con un piccolo aiuto. E’ indicata per uso negli ospedali e nelle Case di Cura e contiene una serie di fotografie di varie immagini simboliche; 3 CD con 8 esercizi di immaginazione per il benessere, la guarigione, e per gestire e affrontare le cure, il dolore e il corpo colpito; un CD con vari tipi di musica; materiale per disegnare; un libro per appunti e un manuale di istruzioni. Il workshop consiste nella presentazione di argomenti chiave e tecniche, una dimostrazione ed esercitazioni con i partecipanti.
Esperienziale - Teorico
Lingua: Inglese

D14
MARIA LETIZIA ZECCA (Italia)
Permettersi di sognare progetti per vivere meglio
..come collocarsi all'interno dei cambiamenti epocali favorendo la capacità intuitiva ed immaginativa di ciascuno,umanizzando ogni ambito della vita..
..Sempre di più vediamo l'universo come cosmogenesi, invece che come cosmo. Percepiamo una lunga sequenza di attività creative che emergono lungo estesi periodi di sviluppo che conducono infine al tempo presente. Vediamo noi stessi come un processo creativo in emersione piuttosto che come esseri fissi il cui essere e le cui funzioni sono stabili definitivamente.. (liberamente tratto da Thomas Berry)
Esperienziale- Teorico
Lingua: Italiano / Inglese